Il tuo esserci è la nostra forza. Più siamo e più contiamo. Partecipa alle nostre discussioni, ai sondaggi e ai nostri appuntamenti.

Registrati ora!
Username:

Password:


Ti piacciono il dibattito e gli argomenti che stiamo sviluppando?

Ogni settimana li trovi nella nostra news-letter in PDF (formato A4), la puoi stampare e diffondere
clicca qui per leggere la lettera dell'on. Anselmi Home Page
Ultim'ora

29 Ottobre 2007
Apc-PD/ VELTRONI: IN CASO DI DIMISSIONI RIBADIRE PARITA' UOMO-DONNA
Il segretario del Partito democratico Walter Veltroni ha scritto una lettera all'Utan e al Comitato dei Garanti per chiedere ufficialmente che, in caso di dimissioni da parte di eletti all'Assemblea Costituente, per la sostituzione sia ribadito e applicato il criterio dell'alternanza uomo-donna.
di APCom, Roma, 29 ottobre
Una lettera del segretario all'Utan e al Comitato dei Garanti

Roma, 29 ott. (APCom) - Il segretario del Partito democratico Walter Veltroni ha scritto una lettera all'Utan e al Comitato dei Garanti per chiedere ufficialmente che, in caso di dimissioni da parte di eletti all'Assemblea Costituente, per la sostituzione sia ribadito e applicato il criterio dell'alternanza uomo-donna.
La richiesta, come si legge nella lettera scritta da Veltroni, nasce dal fatto che "nei giorni scorsi, alcuni membri eletti all'Assemblea Costituente Nazionale hanno rassegnato le dimissioni dalla stessa. Si tratta - osserva il segretario del Pd - di poche decine di casi su circa 2800 membri e diversi di questi sono relativi a persone che hanno ritenuto di esercitare il diritto di opzione scegliendo di far parte delle assemblee regionali (in caso di doppia candidatura ed elezione all'Assemblea Nazionale e a quella Regionale il regolamento prevedeva, come è noto, l'obbligo di optare per uno dei due organismi)".
"Come sapete bene - scrive Veltroni - all'articolo 7 del regolamento-quadro per l'elezione dell'Assemblea Costituente, come condizione necessaria per l'ammissibilità di una lista era stata giustamente prevista l'alternanza uomo-donna tra i candidati e al fine di ritrovare una piena espressione di questo principio tra gli eletti, si è anche aggiunto un ulteriore criterio di alternanza di genere, cioè quello tra i capolista  e le liste tra loro collegate in ambito cirooscrizionale. Queste decisioni - prosegue - hanno portato ad un risultato straordinario, unico nella storia della politica: la presenza di un numero esattamente pari di donne e uomini nelle assemblee costituenti. A Milano lo abbiamo visto e dei duemilaottocento delegati la metà erano donne".
Una cosa che, ricorda Veltroni, è avvenuta anche "per le commissioni elette, composte per la metà da donne e per la metà da uomini. Ció, inoltre, avverrà per tutti gli organismi dirigenti che saranno formati e mi auguro che questa norma sia prevista anche nello Statuto che la Assemblea Costituente approverà nella sua prossima seduta".
"Ora - conclude il segretario del Pd - al fine di evitare che ció che è stato tolto dalla porta principale rientri dalla finestra, è necessario far valere questo principio anche per le sostituzioni in caso di dimissioni o di opzione per una delle due assemblee nazionale o regionale in cui si è stati eletti.
Pertanto per i casi su esposti la norma va intesa facendo le sostituzioni con il primo dei non eletti dello stesso genere del rinunciante".
19 Giugno 2008
da Asca
tutti coloro che hanno usato violenza alle donne ed ai minori potranno beneficiare delle norme cosiddette salvapremier
9 Giugno 2008
da Agi
No al divieto delle intercettazioni, sì alla tutela dei cittadini da eventuali abusi
9 Giugno 2008
da Ansa
Regolamentare i flussi, in rapporto al mercato del lavoro, ma attivare anche politiche di integrazione
I promotori, il Comitato Costituente, notizie e documenti sul Partito Democratico
1 Aprile 2008
Parte oggi il pulmino delle candidate del Pd
11 Marzo 2008
Roma, giovedì 20 marzo 2008, ore 14, Sala delle Colonne Palazzo Marini.
Questi sono documenti importanti che abbiamo selezionato per te. Possono esserci utili.