Il tuo esserci è la nostra forza. Più siamo e più contiamo. Partecipa alle nostre discussioni, ai sondaggi e ai nostri appuntamenti.

Registrati ora!
Username:

Password:


Ti piacciono il dibattito e gli argomenti che stiamo sviluppando?

Ogni settimana li trovi nella nostra news-letter in PDF (formato A4), la puoi stampare e diffondere
clicca qui per leggere la lettera dell'on. Anselmi Home Page
Rubriche - Hanno scritto

5 Dicembre 2007
Nuovi fondi per gli asili nido dalla sentenza del processo penale Fiorani - Banca Popolare
Le misure di aiuto alla occupazione femminile e alla famiglia. E il part time diventa diritto soggettivo
di Le Democratiche

Circa 800 milioni di euro la somma globale stanziata nel triennio 2007-2009 per gli asili nido.

Alle somme già previste nel 2007, incrementate dalla Finanziaria 2008 ed integrate dalle quote di co-finanziamento regionale, si aggiungono altri 70 milioni di euro, recuperati allo Stato dalla sentenza definitiva del procedimento penale che vedeva imputati Gianpiero Fiorani e la Banca Popolare Italiana per attività illecite su mercati finanziari.

La sentenza di patteggiamento del Tribunale di Milano ha disposto la confisca di oltre 94 milioni di euro, frutto delle plusvalenze realizzate nell’ambito della scalata ad Antonveneta, che – questa la novità ulteriore – invece di giacere inutilizzate saranno immediatamente recuperate dallo Stato, che le destinerà già con la Finanziaria di quest’anno ad attività sociali (la realizzazione di circa 7.000 posti in asili nido) ed in parte al sostegno delle spese di giustizia.

“E’ la giustizia che funziona e ci piace” ha detto il ministro Mastella, mentre Rosy Bindi, ‘beneficiaria’ di una parte cospicua della somma recuperata, ha affermato: “è significativo che denaro frutto di speculazioni finanziarie illecite, che hanno danneggiato tante persone, venga restituito attraverso uno dei servizi più essenziali per la famiglia”.

Prosegue così l’impegno del Ministro delle politiche per la Famiglia a favore dell’occupazione femminile. La Bindi, forte dell’esperienza di altri Paesi, soprattutto del Nord Europa, secondo la quale alti tassi di partecipazione al mondo del lavoro possono coniugarsi con alti tassi di fertilità, va avanti sulla strada delle politiche di conciliazione tra lavoro e famiglia: servizi di cura per l’infanzia, servizi per gli anziani non autosufficienti, possibilità di ricorrere al rapporto di lavoro a tempo parziale e a forme flessibili di orario di lavoro.

Oltre alla buona notizia sulle risorse destinate agli asili nido (che dovranno essere impiegate dalle Regioni sulla base dell’intesa stipulata a settembre e di Piani straordinari locali), c’è la novità del rafforzamento dell’istituto del part time, che da semplice facoltà diventa un vero e proprio diritto per le lavoratrici ed i lavoratori.

La previsione è contenuta nel c.d. collegato sociale alla legge Finanziaria, anche se non sarà immediatamente operativa perché è introdotta sotto forma di delega al Governo per l’adeguamento del Testo Unico n. 151 del 2001 (dov’è disciplinato, appunto, il parti time, insieme ai congedi e ad altri istituti a tutela della maternità e paternità). Un altro riferimento al rafforzamento del part time, però, è contenuto nel “pacchetto welfare”, anch’esso all’esame del Parlamento.

Si tratta di novità importanti, perché il lavoro a tempo parziale consente alle mamme (ma anche ai papà!) di seguire gli impegni familiari senza sacrificare il posto di lavoro e mantenendo stipendio e professionalità.

19 Giugno 2008
da Asca
tutti coloro che hanno usato violenza alle donne ed ai minori potranno beneficiare delle norme cosiddette salvapremier
9 Giugno 2008
da Agi
No al divieto delle intercettazioni, sì alla tutela dei cittadini da eventuali abusi
9 Giugno 2008
da Ansa
Regolamentare i flussi, in rapporto al mercato del lavoro, ma attivare anche politiche di integrazione
I promotori, il Comitato Costituente, notizie e documenti sul Partito Democratico
1 Aprile 2008
Parte oggi il pulmino delle candidate del Pd
11 Marzo 2008
Roma, giovedì 20 marzo 2008, ore 14, Sala delle Colonne Palazzo Marini.
Questi sono documenti importanti che abbiamo selezionato per te. Possono esserci utili.