Il tuo esserci è la nostra forza. Più siamo e più contiamo. Partecipa alle nostre discussioni, ai sondaggi e ai nostri appuntamenti.

Registrati ora!
Username:

Password:


Ti piacciono il dibattito e gli argomenti che stiamo sviluppando?

Ogni settimana li trovi nella nostra news-letter in PDF (formato A4), la puoi stampare e diffondere
clicca qui per leggere la lettera dell'on. Anselmi Home Page
Blog

14 Febbraio 2008
Lettera a Giuliano Ferrara
Non c’è coraggio ad aggredire i deboli. E la donna che deve scegliere se tenere o meno un figlio non è in una situazione di grande, infinita, debolezza?
di Anna Vinci
Illustre Direttore Giuliano Ferrara,
immagino che sarà fiero per aver contribuito a creare questo clima violento contro le donne. E forse di esserne stato l’ispiratore. Credo che questa seconda affermazione sia  di maggiore gradimento alla sua bulimia intellettuale. E niente è più pericoloso dell’uomo sopraffattore, non per la potenza del corpo, ma per quella dell’intelletto. Almeno nel primo caso, c’è un limite: il corpo dell’altra. Nel secondo caso, non c’è limite. E, infatti, lei non si ferma mai.
Non c’è coraggio ad aggredire i deboli. E la donna che deve scegliere se tenere o meno un figlio non è in una situazione di grande, infinita, debolezza? Non andrebbe protetta? Ed è quello che la 194 si prefigge: proteggerla, nulla l’altro. È questo che è così insopportabile agli uomini che non ci amano. Che noi si possa scegliere. Uomini che non ci amano, perché non ci rispettano e se ci rispettassero non giocherebbero con le nostre sofferenze. Ma lei, dottor Ferrara, insegue altri giochi, quelli del potere, tra maschi. Lei, paladino dei bambini, cioè pardon di quelli che potrebbero nascere se non…  Non riesco neanche a finire il pensiero, talmente mi disturba, per il livore che esprime.
Ho dovuto anche leggere un articolo – mi scuso di non rammentarne l’autore, anche se ricordo che è un giornalista che stimo molto – in cui l’autore lo ha addirittura complimentato per il fatto che lei - entrando a gamba tesa, dico io - nel delicato universo del concepimento, ha stimolato le coscienze su un argomento tanto delicato.
Mi creda nessuna donna ha bisogno della sua raffinatezza intellettuale, né dei distinguo nei quali è maestro, per confrontarsi con i grandi interrogativi sul mistero della vita nel momento in cui si ritrova incinta e non vuole quel figlio, non può tenerlo. Non sa quanto mi rattrista dire: non vuole, non può, perché il nostro grembo, lei forse lo ha dimenticato, è fatto per accogliere, per custodire, per mettere al mondo.  Si immagini un po’, al di là di qualsiasi differenza, di credo, appartenenza di classe, cultura, povertà o ricchezza, quanto per noi tutte l’esperienza dell’aborto sia dolorosa, quanto, una volta vissuta, ci accompagni nel prosieguo della vita.
Purtroppo l’uomo, anche il più attento, sensibile e intelligente – ahimé, accade spesso - davanti al mondo femminile, davanti al potere delle donne, dà il peggio di sé.
E il potere della maternità, come quello dell’eros, non ce lo potete togliere. Almeno per ora. Non si preoccupi, non offenderò il suo anticonformismo culturale, del quale è orgoglioso, rispolverando vecchi slogan di un tempo: il corpo è mio e ne faccio quello che voglio. Lo gridavamo, non tutte, non sempre, negli anni settanta, anche fiere della nostra giovinezza. Oggi ascolto altre grida: la terra è mia, e via gli stranieri. La roba è mia, e guai a chi la tocca.
Quanti vorrebbero ancora tornare a gridare: la donna è mia  e… guai se si ribella.  
Direttore, grazie per la cortese attenzione.

Anna Vinci
COMMENTI
  lVYMwmShx
lasciato il 20/8/2010 da VMEtgKYdsHAAcLthnEg
  lVYMwmShx
lasciato il 20/8/2010 da VMEtgKYdsHAAcLthnEg
  hXKkKaJNOQIKjcBV
lasciato il 29/12/2009 da rjFgaLRcRWerImX
  hXKkKaJNOQIKjcBV
lasciato il 29/12/2009 da rjFgaLRcRWerImX
  Grazie
lasciato il 19/2/2008 da Letizia Ciancio
Invia un commento sul post: "Lettera a Giuliano Ferrara"
(i campi sono tutti obbligatori)





19 Giugno 2008
da Asca
tutti coloro che hanno usato violenza alle donne ed ai minori potranno beneficiare delle norme cosiddette salvapremier
9 Giugno 2008
da Agi
No al divieto delle intercettazioni, sì alla tutela dei cittadini da eventuali abusi
9 Giugno 2008
da Ansa
Regolamentare i flussi, in rapporto al mercato del lavoro, ma attivare anche politiche di integrazione
I promotori, il Comitato Costituente, notizie e documenti sul Partito Democratico
1 Aprile 2008
Parte oggi il pulmino delle candidate del Pd
11 Marzo 2008
Roma, giovedì 20 marzo 2008, ore 14, Sala delle Colonne Palazzo Marini.
Questi sono documenti importanti che abbiamo selezionato per te. Possono esserci utili.