Il tuo esserci è la nostra forza. Più siamo e più contiamo. Partecipa alle nostre discussioni, ai sondaggi e ai nostri appuntamenti.

Registrati ora!
Username:

Password:


Ti piacciono il dibattito e gli argomenti che stiamo sviluppando?

Ogni settimana li trovi nella nostra news-letter in PDF (formato A4), la puoi stampare e diffondere
clicca qui per leggere la lettera dell'on. Anselmi Home Page
Rubriche - Hanno scritto

18 Marzo 2008
Sposare un milionario. Questioni di Punto di vista.
Alle parole di Berlusconi non possiamo rimanere indifferenti. La stessa etica politica ci spinge a una reazione. E’ necessario indignarsi.
di Francesca De Benedetti
"Lei mi dice dei problemi delle giovani coppie di precari. Io, da padre, le consiglio di cercare di sposare il figlio di Berlusconi o qualcun altro del genere; e credo che, con il suo sorriso, se lo può certamente permettere".

Ci stiamo impegnando per una campagna elettorale sana, centrata sulle proposte per il Paese. Le battute del Cavaliere - un fiume in piena senza argini – dovrebbero farci discutere ma non distrarci: la nostra competizione, quella che vogliamo, è per il Paese e non contro Berlusconi.

Dicono che le donne siano pazienti, dotate di capacità di comprensione.

Certamente, abbiamo il coraggio di guardare avanti senza farci intimidire dalle difficoltà.

Ma nonostante ciò, anzi forse proprio per questo, alle parole di Berlusconi non possiamo rimanere indifferenti. Anche la stessa etica politica ci spinge a una reazione.

E’ necessario indignarsi.

Il leader dello schieramento avversario, che fino a qualche anno fa ammiccava su giganteschi cartelloni pubblicitari “Berlusconi operaio”, ieri sera a “Punto di vista” su Rai2 ha vestito i panni del padre - un padre non certo operaio - . Con sorriso magnanimo ha offerto alla giovane Perla di risolvere così il problema della precarietà: sposare un milionario. “E credo che, con il suo sorriso, se lo può certamente permettere”, ha aggiunto.

Ovviamente, “era solo una battuta”. Una battuta ricca di cliché contro cui tante di noi lottano quotidianamente: un bel sorriso (se non altro) per accaparrarsi un buon partito, un futuro costruito all’ombra del proprio compagno, la stabilità garantita dal proprio uomo, i soldi – tanti – come obiettivo, e poco importa se non li abbiamo guadagnati realizzandoci nelle nostre potenzialità.

Una battuta che ci trascina indietro nel tempo.

La triste sensazione che si stia scherzando sul nostro futuro – con il nostro futuro – ci costringe a una reazione. C’è un limite a tutto, e noi donne sappiamo quando è il momento in cui non si può avere pazienza, né comprensione.

Contare per le nostre idee, per il nostro valore, sapere di avere diritto a una vita serena, con un lavoro che ci piace e ci fa sentire realizzate… Qualcuna tra noi potrebbe pensare che siano ovvietà. Magari fosse così.

Verrà il giorno in cui il sito delle Democratiche parlerà la stessa lingua della società – una società di pari diritti, dignità, opportunità. Verrà il giorno in cui le conquiste delle donne non saranno un miraggio ma una necessità umana e sociale di tutti, uomini e donne, di sinistra e di destra. Purtroppo non è ancora il momento. Parlare dei diritti delle donne, invocare un cambiamento culturale che non si accartocci più su se stesso regredendo a ogni passo, tutto ciò non è retorica. E’ bisogno, è necessità.

Con determinazione vogliamo che il sorriso di ogni donna italiana non sia mai più un sorriso riflesso.


Francesca De Benedetti

19 Giugno 2008
da Asca
tutti coloro che hanno usato violenza alle donne ed ai minori potranno beneficiare delle norme cosiddette salvapremier
9 Giugno 2008
da Agi
No al divieto delle intercettazioni, sì alla tutela dei cittadini da eventuali abusi
9 Giugno 2008
da Ansa
Regolamentare i flussi, in rapporto al mercato del lavoro, ma attivare anche politiche di integrazione
I promotori, il Comitato Costituente, notizie e documenti sul Partito Democratico
1 Aprile 2008
Parte oggi il pulmino delle candidate del Pd
11 Marzo 2008
Roma, giovedì 20 marzo 2008, ore 14, Sala delle Colonne Palazzo Marini.
Questi sono documenti importanti che abbiamo selezionato per te. Possono esserci utili.