Il tuo esserci è la nostra forza. Più siamo e più contiamo. Partecipa alle nostre discussioni, ai sondaggi e ai nostri appuntamenti.

Registrati ora!
Username:

Password:


Ti piacciono il dibattito e gli argomenti che stiamo sviluppando?

Ogni settimana li trovi nella nostra news-letter in PDF (formato A4), la puoi stampare e diffondere
clicca qui per leggere la lettera dell'on. Anselmi Home Page
Ultim'ora

19 Giugno 2008
Violenza donne: senatrici Pd, salva-premier salva anche stupratori

da Asca

Non solo il presidente del Consiglio dai rischi collegati al processo Mills, ma anche gli stupratori e tutti coloro che hanno usato violenza, nelle piu' svariate forme, alle donne ed ai minori potranno beneficiare delle norme cosiddette salvapremier (cioe' la sospensione per un anno di tutti i processi per reati commessi entro il 30 giugno 2002, all'infuori di quelli per pene gravissime), inserite nel decreto sicurezza che sta avviandosi ad approvazione del Senato. E' questa la denuncia che giunge dal ministro per le Pari opportunita' del governo ombra, Vittoria Franco e le senatrici Pd, Albertina  Soliani, Silvia Della Monica, Maria Fortuna Inconstante e Teresa Armato, che non mancano di esprimere con forza tutto il loro ''stupore'' ed il loro ''sconcerto'', specie dopo il via libera del consiglio dei ministri al ddl contro lo stalking (molestie,  persecuzione) presentato dal ministro per le pari opportunita', Mara Carfagna.

''Lo stupore nasce dal fatto che la maggioranza mentre bocciava gli emendamenti sullo stalking e la violenza sessuale presentati da noi al decreto sicurezza, d'altro canto nella stessa giornata, approvava un disegno di legge sulla violenza sessuale'' osservano, sottolineando che allora ''sarebbe bastato accogliere i nostri emendamenti per anticipare norme decise al consiglio dei ministri'' e che in questo modo inoltre anche ''l'introduzione del reato di stalking nell'ordinamento italiano sarebbe stato più rapido''.
''Siamo d'accordo con il senatore Casson quando afferma che questo e' un caso di 'narcisismo politico' da parte della Carfagna'' proseguono le esponenenti Pd per cui anche in questo caso il governo Berlusconi attua ''solo una politica di immagine e di annunci''.

Ma l'analisi politica non si ferma qui, proseguono le senatrici. ''La maggioranza ha fatto campagna elettorale in nome della sicurezza e noi avevamo dato credito al governo - osservano -. Ora ci troviamo con una norma che per salvare Berlusconi blocchera' centomila processi, tra cui quelli per maltrattamenti in famiglia, contro le donne e i minori, violenza sessuale e sfruttamento dei minorenni. Senza contare il fatto che questi processi cadranno in prescrizione e per reati come lo stupro non ci sara' piu' certezza della pena''.

Come ricorda la senatrice Della Monica, ''la violenza domestica e' la prima causa di morte per le donne; con i nostri emendamenti al decreto sicurezza si sarebbe colmata una lacuna del nostro ordinamento. Noi volevamo introdurre da subito disposizioni che inibivano i molestatori, spesso ex mariti, ex fidanzati o conviventi dall'avvicinarsi ai luoghi frequentati dalle loro vittime, si sarebbe introdotta l'aggravante dell'ergastolo se prima di un omicidio la vittima fosse stata oggetto di stalking, invece ora non sarà possibile''.

In ogni modo il Pd ha depositato in commissione Giustizia del Senato un ddl, sottoscritto da tutto il gruppo, ''che si rifa' al testo contro le molestie e la violenza sulle donne messo a punto nella scorsa legislatura dal ministro Pollastrini''.

19 Giugno 2008
da Asca
tutti coloro che hanno usato violenza alle donne ed ai minori potranno beneficiare delle norme cosiddette salvapremier
9 Giugno 2008
da Agi
No al divieto delle intercettazioni, sì alla tutela dei cittadini da eventuali abusi
9 Giugno 2008
da Ansa
Regolamentare i flussi, in rapporto al mercato del lavoro, ma attivare anche politiche di integrazione
I promotori, il Comitato Costituente, notizie e documenti sul Partito Democratico
1 Aprile 2008
Parte oggi il pulmino delle candidate del Pd
11 Marzo 2008
Roma, giovedì 20 marzo 2008, ore 14, Sala delle Colonne Palazzo Marini.
Questi sono documenti importanti che abbiamo selezionato per te. Possono esserci utili.